SERVIZILINKS  
HOMECHI SIAMOSERVIZICONTATTINEWS
 
 
 
 
NEWS
 
02/02/2014
 
E45: progetto, tempi, costi e novita'
 
Niente caselli e sistemi di pagamento "on line". Verranno chiusi alcuni svincoli
E45 autostrada sì. E45 autostrada no. La polarizzazione dei giorni che hanno preceduto e seguito il via libera dato dal consiglio regionale al progetto che cambierà la natura dell'arteria che attraversa l'Umbria da sud a nord ha in parte oscurato proprio l'oggetto di quella decisione. Cioè: come sarà la nuova E45? Quali i tempi? Come cambierà il traffico in Umbria? Quanto costerà l'opera? Chi la finanzierà?
Partiamo dai tempi. Secondo quanto detto in aula da Andrea Smacchi, il consigliere regionale del Pd che ha presentato insieme al capogruppo Locchi la mozione per il sì alla trasformazione della E45 in autostrada, l'opera sarà completata entro il 2021. La partenza dei lavori, negli auspici del presidente dell'Anas, Pietro Ciucci, dovrebbe essere entro l'anno.
Il costo complessivo dell'opera è previsto intorno ai 10 miliardi, due dei quali messi a disposizione dallo Stato, i restanti otto arriveranno dai soggetti privati che poi, attraverso l'incasso del pedaggio, recupereranno, e remunereranno, l'investimento fatto. E già a proposito del pedaggio si apre una prima querelle tra i favorevoli e i contrari. Perché anche i favorevoli al progetto della trasformazione in autostrada, chiedono che gli umbri vengano esentati dal pagamento della tassa di percorrenza. Il problema però, come ha ricordato lo stesso assessore ai Trasporti, Silvano Rometti, in aula durante il dibattito di martedì scorso, è che sulla materia delle esenzioni è competente lo Stato. Per cui dalla Regione non può che levarsi una sorta di moral suasion.
Quello umbro sarà solo un tratto di un'opera che collegherà Orte a Mestre. I chilometri complessivi saranno circa 390, (il nuovo percorso attraverserà 5 regioni, 11 province, 48 comuni) una quarantina in meno dell'arteria che unisce gli stessi punti di partenza e di arrivo ma transita per Firenze e Bologna. Ciò, secondo il presidente dell'Anas «permetterà di decongestionare i nodi di Firenze, Bologna e Padova». Il che significa che lungo il versante umbro (139 chilometri) si riverserà - almeno questa è la previsione - un flusso veicolare di una certa consistenza che - proprio attraverso il pagamento dei forestieri accresciuti di numero - potrebbe favorire l'esenzione del pedaggio per gli umbri, anche se a prezzo di un numero di veicoli in transito per la regione aumentato. Ma siamo, come si capisce, nel campo delle ipotesi, visto che nessuno studio ha per il momento preso in considerazione le eventuali trasformazioni.
L'autostrada in Umbria costerà 2 dei dieci miliardi complessivi e ricalcherà per il 90 per cento il tragitto attuale, «con poche richieste di variante a Narni e Torgiano. La strada si allargherà di circa 3 metri, senza dunque un impatto rilevante sul territorio», ha detto Rometti, che ha anche rilevato come la nuova E45 «sarà una spina dorsale a cui si agganciano le trasversali che portano verso es e ovest». Alcuni svincoli verranno chiusi «perché troppo vicini tra loro», ha spiegato l'assessore. E questo è un altro dei punti che stanno molto a cuore agli umbri che risiedono nei pressi del tracciato. Alcuni di loro infatti, saranno costretti a transitare per vie alternative prima di raggiungere la prima entrata disponibile. Appesantendo la mole di traffico sulle arterie minori. Un appesantimento che potrebbe aumentare di molto qualora non si riesca a spuntare l'esenzione del pedaggio per gli umbri.
Infine, non ci saranno caselli, barriere e casellanti. Lo precisa lo stesso presidente di Anas, spiegando che il sistema sarà free-flow, cioè senza interruzioni di flusso. Ci sarà un sistema di telecamere che individueranno l'effettivo uso della strada e la tariffazione. Per il pagamento ci saranno carte prepagate, sistemi telepass, internet e pagamento via telefono cellulare.
 
     
     
 
AEROPORTO
FERROVIA
INTERPORTO
PORTO
VIABILITA'
ALTRI NODI LOGISTICI
ENTI DI GESTIONE
DOCUMENTI
PROVINCIA
 cerca nel sito
 
ARCHIVIO NEWS 2017
   
ARCHIVIO NEWS 2016
   
ARCHIVIO NEWS 2015
   
ARCHIVIO NEWS 2014
   
ARCHIVIO NEWS 2013
   
ARCHIVIO NEWS 2012
   
ARCHIVIO NEWS 2011
   
ARCHIVIO NEWS 2010
   
ARCHIVIO NEWS 2009
   
ARCHIVIO NEWS 2008