SERVIZILINKS  
HOMECHI SIAMOSERVIZICONTATTINEWS
 
 
 
 
NEWS
 
08/04/2009
 
Logistica: per le piattaforme di Foligno e di Terni-Narni, pubblicati i bandi di gara
 
“Un fondamentale passo avanti verso la realizzazione delle Piastre logistiche di Foligno e di Terni – Narni”: così l’assessore ai trasporti della Regione Umbria, Giuseppe Mascio, ha annunciato nei giorni scorsi la pubblicazione dei bandi di gara per l’appalto integrato delle due infrastrutture di proprietà della Regione. Le due Piattaforme – ha spiegato l’assessore, che si aggiungono a quella di S.Giustino-Città di Castello per la quale si è svolta nel 2008 la gara d’appalto, rientrano tra le opere ritenute strategiche nell’ambito del Piano regionale dei trasporti. I bandi, già pubblicati nella Gazzetta della Comunità Europea, nella Gazzetta Ufficiale Italiana, nel sito del Ministero delle infrastrutture e nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria, prevedono un importo dei lavori di 23 milioni 248mila euro per Foligno e di 17 milioni di euro per la Piastra di Terni-Narni, finanziati per circa il 60 per cento con fondi della Regione e per la restante quota dallo Stato. Il 3 giugno è per entrambe le gare il termine stabilito per il ricevimento delle domande e, nei giorni immediatamente successivi, si provvederà all’apertura delle buste che saranno valutate in base all’offerta economica più vantaggiosa, non al massimo ribasso. “Ciò – per Mascio – dovrebbe garantire una migliore qualità delle opere e tempi più rapidi per la loro realizzazione. I lavori potrebbero iniziare nella primavera del 2010 e concludersi entro un paio d’anni. Le due infrastrutture – ha detto l’assessore – agevoleranno l’intermodalità delle merci con il trasferimento dalla gomma al ferro. Oggi il trasporto merci viaggia per il 90 per cento su gomma, con costi particolarmente elevati, un accresciuto degrado della viabilità stradale, si pensi – ha sottolineato - alla E45, e non pochi problemi di natura ambientale legati ai livelli di traffico. Le Piastre logistiche consentiranno di accrescere la competitività del sistema regionale anche in relazione alle altre dotazioni infrastrutturali, fra cui i collegamenti con i porti di Ancona e soprattutto Civitavecchia, dove si prevede di poter accogliere navi con pescaggio superiore ai 20 metri, capaci quindi di ospitare migliaia di containers. Stiamo già lavorando in collaborazione con Sviluppumbria – ha concluso Mascio - alle gare per l’affidamento in gestione delle Piattaforme a soggetti esperti che dovranno occuparsi delle varie aree di affari, dal trasporto allo stoccaggio, alla logistica integrata e distribuzione urbana e intermodale”. La Base Logistica di Foligno fonda la sua funzionalità sulla componente intermodale gomma-ferro, come conseguenza diretta della presenza di un tessuto ferroviario di importanza interregionale, che vede nell’area di Foligno uno dei maggiori nodi ferroviari dell’Italia Centrale, in cui la componente merci è in forte espansione grazie anche alle attività del Porto di Ancona, dell’Interporto di Jesi e di quello previsto ad Orte. Il collegamento della Piattaforma alla rete viaria principale avverrà attraverso la SS 75 Centrale Umbra, grazie al futuro collegamento viario “Quadrilatero Umbria Marche” che prevede un collegamento a sud del Capoluogo. Le tre direttrici di collegamento stradale sulle quali i flussi di traffico possono contare fin da subito sono la via Flaminia a nord verso Fano, la stessa via Flaminia a Sud verso Roma e la SS 75 Centrale Umbra verso Est in direzione di Perugia e Firenze. Il rapporto della Base Logistica con la rete ferroviaria è regolato principalmente dalla linea Orte-Falconara, che vede a sud il bacino romano ed a nord il Porto di Ancona. E’ importante anche il collegamento con la linea Foligno-Terontola che seppur dispone di un grado di prestazione limitato, pone in collegamento la Valle Umbra con la Toscana e Firenze.
La Base Logistica di Terni-Narni si caratterizza per la sua molteplice funzionalità, in particolare per le dimensioni del trasporto ferroviario nell’area di Terni da sempre superiori alle altre localizzazioni regionali per la presenza dell’industria siderurgica. La Piattaforma dispone di collegamenti alla rete stradale provinciale, a sua volta collegata alla rete nazionale in corrispondenza dello svincolo di Terni sulla SGC E45 e sul Raccordo Terni Orte (casello sulla Autostrada del Sole). Il collegamento della Piattaforma avverrà principalmente attraverso la Strada Provinciale Marattana, interessata da interventi in corso collegati all’adeguamento dello svincolo tra il Raccordo Autostradale Terni-Orte e la SGC E45. I principali assi di collegamento stradale, lungo i quali i flussi di traffico possono afferire all’infrastruttura, sono la via Flaminia a nord verso Fano, il raccordo Autostradale Terni-Orte a sud verso Roma, la SGC E45 a nord in direzione di Perugia e Cesena. I collegamenti dell’infrastruttura con la rete ferroviaria nazionale sono regolati dalla linea Orte-Falconara, che vede a sud il bacino romano con il porto di Civitavecchia, ed a nord i porti di Ancona e Marghera. A ciò si aggiunge il possibile collegamento offerto dalla Ferrovia Centrale Umbra che permette da Terni un servizio diretto relativo a merci leggere seppur limitato dal grado di prestazione della linea. La Base Logistica di Terni-Narni si compone di un terminale intermodale dotato di quattro aste di binario di modulo 550m e piazzali per lo stoccaggio e la movimentazione dei containers di superficie complessiva di circa 41 mila mq, con due piazzali per la movimentazione e lo stoccaggio dei containers di larghezza 30m e sviluppo longitudinale 550m; di un terminale autotrasporto con area coperta unitaria dotata di ribalta lato gomma, parcheggi e piazzali scoperti (la superficie è di circa 28mila mq, di cui circa 15.750mq coperti); di un terminale autotrasporto, con area coperta unitaria dotata di ribalta lato ferro raccordata, parcheggi e piazzali scoperti di larghezza 20m (la superficie è di circa 19 mila mq, di cui 4 mila 800 coperti); di un centro di distribuzione urbana dotato di aree coperte con ribalta, parcheggi e piazzali (la superficie è di circa 15 mila 200 mq, di cui 1.790 mq coperti per ciascuno dei due magazzini); di un’area pesa stradale della quale è previsto il collegamento al centro elaborazione posto nell’area servizi; un area servizi di 3mila mq, con ristoro, uffici di vigilanza, sala riunioni e servizi igienici per una superficie coperta di 550 mq per ciascuno dei due piani; un’area officina di superficie complessiva di circa 1.650 mq; di un’area per la distribuzione di carburanti e attrezzature per lavaggio dei mezzi pesanti per 2.890 mq.
 
 
     
     
 
AEROPORTO
FERROVIA
INTERPORTO
PORTO
VIABILITA'
ALTRI NODI LOGISTICI
ENTI DI GESTIONE
DOCUMENTI
PROVINCIA
 cerca nel sito
 
ARCHIVIO NEWS 2017
   
ARCHIVIO NEWS 2016
   
ARCHIVIO NEWS 2015
   
ARCHIVIO NEWS 2014
   
ARCHIVIO NEWS 2013
   
ARCHIVIO NEWS 2012
   
ARCHIVIO NEWS 2011
   
ARCHIVIO NEWS 2010
   
ARCHIVIO NEWS 2009
   
ARCHIVIO NEWS 2008