SERVIZILINKS  
HOMECHI SIAMOSERVIZICONTATTINEWS
 
 
 
 
NEWS
 
12/04/2014
 
Infrastrutture, il futuro umbro nelle grandi opere viarie
 
In anteprima il Piano regionale 2014-2024e i progetti programmati dalla giunta Marini Tre livelli: dall'Europa all'Italia, fino all'Umbria
Il futuro della mobilità regionale ed extraregionale dell'Umbria è tutta nelle pagine del nuovo Piano regionale dei trasporti 2014-2024 che il "Giornale dell'Umbria"è in grado di anticipare in alcune sue parti.
Il documento, già approvato dalla Giunta Marini, è atteso ora alla prova del consiglio di Palazzo Cesaroni dopo essere stato partecipato con gli altri Enti, in primis le Province di Perugia e Terni che hanno elaborato i piani di bacino. Dagli autobus ai treni, dalla viabilità locale a quella trans-regionale fino agli aerei e la navigazione: il nuovo Piano disciplina in modo complessivo tutta la materia dei trasporti.
Tra tutti i comparti analizzati nel Piano c'è anche quello delle infrastrutture su cui la Regione ha sviluppato una programmazione di medio-lungo periodo divisa in tre tronconi. Parliamo degli interventi quadro per il cosiddetto livello europeo-nazionale, per il livello trans-regionale e per quello regionale. L'integrazione di questi tre livelli, per farla breve, ha come obiettivo quello di potenziare e migliorare i collegamenti per e dalla regione.
Iniziamo l'analisi del "pacchetto infrastrutture" con il livello euro-nazionale. Il Piano prevede una serie di opere - in parte finanziate e in parte da coprire - e le divide secondo una tempistica di realizzazione legata alla priorità dell'intervento stesso. Non solo. Vengono creati tre ambiti diversi: modalità stradale, ferroviaria, merci e logistica.
Grandi strade. Per quanto riguarda il primo ambito e trattando di collegamenti euro-nazionali, il Piano prevede il completamento del Raccordo autostradale Civitavecchia-Orte-Terni-Rieti nei tratti Terni-svincolo Valnerina e tratto svincolo Valnerina-intersezione Ss79bis. È previsto poi, nel medio periodo, il completamento di cinque tratti del maxi progetto Quadrilatero. Ovvero il tratto Pianello-Valfabbrica, quello Valfabbrica-Schifanoia e quello Fossato di Vico-Cancelli per la Perugia-Ancona, del tratto della Flaminia tra Foligno e Pontecentesimo e del tratto Foligno-Collesentino sulla Ss77.
E ancora, previsto l'avvio e il completamento del Nodo stradale di Perugia tra Madonna del Piano e Collestrada. Tra gli obiettivi c'è poi l'avvio delle operazioni di realizzazione del "Corridoio di viabilità dorsale centrale Mestre-Orte-Civitavecchia", la E45, la E78 Fano-Grosseto e più avanti il tratto Madonna del Piano-Corciano per quanto riguarda ancora il Nodo stradale di Perugia che, evidentemente, verrà realizzato a stralci.
Ferrovie. Per quanto riguarda il ferro, invece, viene previsto il completamento del raddoppio della tratta Spoleto-Campello, della Spoleto-Terni e della Foligno-Fabriano.
Merci. Venendo alla logistica e le merci, già finanziata, l'obiettivo è il completamento nel giro di pochi anni del primo stralcio relativo alle tre piastre logistiche: Città di Castello, Foligno e Terni-Narni.
 
     
     
 
AEROPORTO
FERROVIA
INTERPORTO
PORTO
VIABILITA'
ALTRI NODI LOGISTICI
ENTI DI GESTIONE
DOCUMENTI
PROVINCIA
 cerca nel sito
 
ARCHIVIO NEWS 2017
   
ARCHIVIO NEWS 2016
   
ARCHIVIO NEWS 2015
   
ARCHIVIO NEWS 2014
   
ARCHIVIO NEWS 2013
   
ARCHIVIO NEWS 2012
   
ARCHIVIO NEWS 2011
   
ARCHIVIO NEWS 2010
   
ARCHIVIO NEWS 2009
   
ARCHIVIO NEWS 2008